A password will be e-mailed to you.

Come scrivete solitamente i testi delle vostre canzoni?

Nei testi delle nostre canzoni ci sono i nostri sentimenti e tutto quello che ci circonda… la maggior parte delle volte, scrivere una canzone serve per liberarsi di un pensiero, o sfogarsi per qualcosa che ci turba che altrimenti rimarrebbe a farci male dentro… anche se tendiamo a mascherare il vero significato delle nostre canzoni.

 

Secondo te, qual è la cosa più importante nello scrivere una canzone ?

Credo che l’essere onesti con se stessi in primis, e poi con gli altri sia fondamentale.

 

Avete mai paura di rivelare aspetti della vostra vita personale a estranei attraverso la vostra musica?

Assolutamente si! Come dicevamo sopra le canzoni nascono sempre da un’interpretazione di quello che abbiamo dentro nei confronti di tutto il resto, e a volte più che paura c’è un po di imbarazzo nell’aprirsi totalmente anche a chi non ci conosce… però è curativo!!! È come quando si parla con uno sconosciuto e gli si raccontano cose che magari non diremmo neanche ai nostri migliori amici.

 

Qual è il migliore verso che avete mai scritto (o il più significativo per voi)?

Il migliore non c’è! Nel senso che poi siamo molto autocritici su quello che scriviamo e non ci piace mai niente.

Però “Never Give up” è sicuramente significativo!!! È quasi un mantra giornaliero… perché crediamo che crederci fino alla fine e lavorare sodo pagherà!

 

Che cosa ha ispirato “Il giorno”, vostro ultimo singolo?

Hhahahha!! Ci piace fare bisboccia e passare notti “brave”… soprattutto quando non si riescono a far sparire i fantasmi e le delusioni… ogni nuovo giorno potrebbe essere quello giusto e non importa se la notte prima c’è stata la tempesta…

Qual è stato il miglior momento della vostra carriera? E il più difficile?

Speriamo che il miglior momento debba ancora arrivare!! Ora è un buon momento dove si percepiscono vibrazioni positive e stiamo mettendo le basi per il futuro. Il momento più difficile credo quando Zico stava lasciando la band.

 

Quali sono i vostri piani per il 2018?

In autunno vorremmo uscire con un nuovo singolo e speriamo di fare meglio de “Il Giorno” e ricevere qualche offerta interessante… diciamo così!!!

 

Per concludere l’intervista una breve sessione Q / A, rispondete alla prima cosa che vi viene in mente:

  • Definite in una parola il vostro sound: Alternativo.
  • Il miglior spettacolo dove avete mai suonato: Come apertura ai Bastille allo Stadio di Pesaro.
  • La cosa che dovete assolutamente avere nel backstage: Birra e sigarette.
  • La colonna sonora della vostra infanzia: Il Grunge.
  • La vostra canzone preferita, dal punto di vista delle lyrics, ma non scritta da voi: “La Cura” di Battiato.
  • L’ultima domanda è “insolita”, vogliamo conoscere il vostro migliore suggerimento in termini di relationship: Avere la faccia da glutei ma essere se stessi.
Skip to toolbar